L’affitto sarà il futuro del mercato immobiliare?

La crisi economica degli ultimi anni – che ha lentamente eroso i risparmi delle famiglie italiane rendendo, in molti casi, quasi impossibile l’acquisto di una casa- unita alle nuove dinamiche di una società in cui le parole d’ordine sono mobilità e flessibilità, sta spingendo sempre più verso un modello di mercato basato non più sulla compravendita, ma sull’affitto.

E proprio la locazione è stata al centro di Quo Vadis, casa?, l’evento a margine del quale otto esperti del settore – dal segretario della Fiaip Fabrizio Segalerba al giornalista del Sole 24 Ore Vito Lops, passando per il Direttore dell’area “Politiche per l’affitto” del Comune di Milano, Achille Rossi – hanno illustrato a idealista news la loro personale visione sul futuro del mercato immobiliare per capire se è davvero l’affitto il trend su cui scommettere.

Secondo Fabrizio Segalerba, Segretario Nazionale della Fiaip, negli ultimi anni la nostra società è profondamente cambiata e si sono modificate anche le esigenze dell’abitare contemporaneo. Oggi la locazione rappresenta un comparto interessante, soprattutto per le nuove generazioni spinte a una crescente mobilità per ragioni di studio e di lavoro. Parallelamente è necessario un cambiamento nella cultura dell’italiano medio, perché metta sul mercato appartamenti decorosi e di qualità. Achille Rossi, Direttore dell’area “Politiche per l’Affitto” del Comune di Milano, ha spiegato che l’impegno dell’amministrazione politica per i prossimi anni andrà proprio nella direzione di favorire l’affitto, soprattutto le forme a canone concordato.

Rosa Cioffi, Project manager di Milano Abitare, l’Agenzia sociale per la locazione del Comune di Milano, considera che le logiche della sharing economy hanno ormai cambiato il paradigma dell’abitare, con la casa vista ora come un “servizio” e non più come “un bene”. Nelle abitazioni moderne prevale la logica della condivisione, che permette alle famiglie di usufruire di una serie di servizi e di vivere in una casa decorosa senza spendere in maniera eccessiva.

Per Alessandro Leder di SoloAffitti, la rivoluzione del futuro si chiama affitto breve che fornisce un’offerta alternativa e diversificata sul territorio. Sicuramente sarà un futuro florido per la locazione, ma questo non lascerà definitivamente a un lato la compravendita, che continuerà ad attrarre gli investitori. Vito Lops, giornalista di punta del Sole 24 Ore, considera che l’affitto avrà più margini di crescita nei prossimi anni rispetto alla compravendita, per ragioni imputabili, da un lato, a una società sempre più liquida, e, dall’altro, alle difficoltà di accendere un mutuo che costringeranno molte famiglie a “ripiegare” sull’affitto.

Giornalista di Finanza Operativa, Floriana Liuni, ritiene che l’affitto troverà un terreno fertile nei grandi centri cittadini, come ad esempio a Milano, mentre nei comuni limitrofi le compravendite avranno ancora uno spazio importante per la presenza di appartamenti di una metratura tale da non essere messi agevolmente in affitto.Francesco Zorgno, titolare di Clean Bnb che si occupa della gestione degli appartamenti locati per brevi periodi, ritiene che la locazione potrà emergere come uno straordinario strumento di messa a reddito sempre e quando si accompagni a uno snellimento normativo e a un abbattimento dei rischi di morosità.

Stefano Mirti, curatore di “999. Una collezione di domande sull’abitare contemporaneo” in mostra alla Triennale, è sicuro che l’affitto rappresenti uno dei trend futuri del mercato immobiliare, anche se con forme radicalmente diverse da quelle tradizionali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...